www.cattedralepatti.it

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Traduzione in lingua corrente dell'inno a Santa Febronia

Stampa


INNO TRADIZIONALE A S. FEBRONIA IN LINGUA CORRENTE
(traduzione di don Emanuele Di Santo)

Gloriosa S. Febronia, che avesti
nell’animo l’integra fede in Dio,
dona luce al nostro intelletto,
fa’ che il nostro cuore, per tuo tramite, sia consacrato a Dio.
E per tua grazia, il peccato e le cattive
Inclinazioni restino lontano da noi.

Accetta, o Vergine, come dono le tue lodi
e ottienici da Dio abbondanza di misericordia.
Supplici, ti offriamo il nostro cuore fedele:
tu infiammalo di un vivo amore per Dio.

Trovando forza in Dio, tua sola speranza,
Tu oltrepassasti il fiume, il mare,
e corresti a prendere dimora su un monte solitario,
in mezzo ad aspre sofferenze.
Dall’angoscia che ci opprime
vieni presto a liberarci.

Accetta, o Vergine...

Solo Dio Tu cercasti in questo mondo,
ed Egli ti esaudì.
Nel fiore della giovinezza
il tuo cuore seguì Lui solo.
Ottienici dunque misericordia,
abbia fine il dolore delle colpe,
che ci ha ferito.

Accetta, o Vergine...

Sola, nel nascondimento di un’oscura grotta,
amasti particolarmente l’Umiltà.
L’orgoglio, causa di ogni malvagità e ingiustizia,
fu da te ritenuto il più grande peccato.
O umile serva di Cristo,
Ottienici la dolcezza del perdono divino.

Accetta, o Vergine...

I più ricchi e preziosi tesori
Tu li consideri vile fango.
Siano pure desiderati dagli altri:
Tu sei ricca della tua fede.
Per tua grazia anche i nostri cuori
Siano liberi dalla sporcizia
della cupidigia.

Accetta, o Vergine...

Nutrendo nell’intimo il proposito della santità
Tu conservasti casto il corpo,
consacrando interamente a Dio
il bel giglio della tua verginità;
ottienici dunque che il nostro cuore
sia puro per il Figlio di Dio.

Accetta, o Vergine...

Col pensiero sempre assorta in Dio
Ti fu dolce la preghiera.
Come puro incenso ardente
Fu la tua sommessa supplica presso l’Altare.
Ottienici subito l’ineffabile dono della preghiera.

Accetta, o Vergine...

Come uno scoglio in mezzo alle onde,
fosti, o gloriosa Febronia,
fra le sofferenze.
Oltrepassi risoluta le sponde
di questo mare,
resti salda nel momento del martirio.
Ah! Anche per noi diventino piacevoli
le tribolazioni e la morte.

Accetta, o Vergine...

Chi ti tormenta e ti uccide
Riceve in cambio da te pace e amore
e le tue labbra sorridono prontamente
al tuo snaturato padre.
Pace a tutti, a tutti fede:
siano sempre questi i nostri desideri.

Dedicated Cloud Hosting for your business with Joomla ready to go. Launch your online home with CloudAccess.net.