Foglietto del sesto giorno della Novena di Natale (21 dicembre 2019)

Stampa

Novena di Natale

Sesto giorno, sabato 21 dicembre 2019

Cristo: ieri, oggi, sempre!

Papa Francesco nella sua Lettera Apostolica sul significato e il valore del presepe scrive: “Com­por­­re il presepe nelle nostre case ci aiuta a rivivere la storia che si è vissuta a Betlemme”. E aggiunge che il presepe “aiuta ad immaginare le scene, stimola gli affetti, invita a sentirsi coinvolti nella storia della salvezza, contemporanei dell’evento che è vivo e attuale nei più diversi contesti storici e culturali”.

E’ proprio vero: la rap­pre­­sentazione del Presepe non ci riporta a pensare ad un fatto lontano nel tempo e dunque sorpassato. L’incarnazione del Verbo (evento del Natale!) non è un fatto inesorabilmente tramontato, né un sbiadito ricordo che annualmen­te ci limitiamo a “spolverare”, ma è piuttosto “la chiave, il centro e il fine di tutta la storia umana” (GS, 10).  

 

 

 

 

Preghiera:

Signore Gesù,
siamo davvero impregnati
di materialismo pratico
e nemmeno ci accorgiamo
della tua presenza nella nostra vita.
Travolti come siamo dalla fretta
facciamo tutto di corsa
e arriviamo a sera
stanchi, demotivati e insoddisfatti.
Concedici di saperci fermare
per assaporare la bellezza delle cose
che contano per davvero
e solo così potremo riprendere il cammino
con determinata e lieta perseveranza.
Amen.

(p. Enzo Smriglio)