Foglietto del nono giorno della Novena di Natale (24 dicembre 2019)

Stampa

Novena di Natale

Nono giorno, martedì 24 dicembre 2019

Sorridere è accarezzare con il cuore!

Nel saluto di Papa Francesco ai dipendenti della Città del Vaticano in occasione degli auguri natalizi di quest’anno ha detto: «Quando guardiamo un neonato, siamo portati a sorridergli, e se sul suo piccolo viso sboccia un sorriso, allora proviamo un’emozione semplice, ingenua. […] A volte diventa difficile sorridere, per tanti motivi. Allora abbiamo bisogno del sorriso di Dio: Gesù, solo Lui ci può aiutare. Solo Lui è il Salvatore, e a volte ne facciamo esperienza concreta nella nostra vita. […] a Natale, partecipando alla Liturgia, e anche contemplando il presepe, lasciamoci stupire dal sorriso di Dio, che Gesù è venuto a portare. È Lui stesso, que­sto sorriso. Come Maria, come Giuseppe e i pa­stori di Betlemme, accogliamolo, lasciamoci purificare, e potremo anche noi portare agli altri un umile e semplice sorriso».

 E ha concluso augurando: che tutti «sentano la ca­rez­za del vostro sorriso. È una carezza. Sorridere è accarezzare, accarezzare con il cuore, ac­ca­­rezzare con l’anima».

A conclusione della Novena questo stesso au­gu­­rio ce lo scambiamo pure noi, impegnandoci a farci dono di un sorriso sincero e segno di quel­la capacità di fraterna e cordiale accoglienza che solo mettendoci alla scuola di Gesù possiamo imparare a praticare con naturalezza non solo a Natale ma ogni giorno dell’anno.

Buon Natale del Signore!

p. Enzo Smriglio