Preghiera in tempo di "coronavirus"

Stampa
Signore Gesù,
in questo periodo, stiamo sperimentando
la ‘globalizzazione della fragilità’.
Assieme al coronavirus,
nel mondo intero, si sta propagando
un clima di vera e propria paura.
In questo tempo di angoscia,
crediamo che Tu non abbandoni mai
chi a te si rivolge con fiducia,
perché Tu sei il nostro rifugio sicuro
e tutto tu guardi e prendi nelle tue mani.
Volgi il tuo sguardo compassionevole
verso di noi e donaci di poter sperimentare,
in questi giorni di smarrimento e impotenza,
la rasserenante consolazione
che sempre troviamo nelle tue parole:
«non temete, non abbiate paura,
non abbiate timore».
Aiutaci a superare l’attuale momento di prova
e concedici di saper esprimere sempre gesti
di lieta generosità verso tutti
e, in special modo, verso coloro
che, per età o condizione sociale,
sono più deboli e indifesi.
Non permettere mai, o Signore,
che l’indifferenza s’impadronisca
del nostro cuore
e, assieme alle opportune precauzioni
che stiamo prendendo in questi giorni
per evitare il contagio del ‘coronavirus’,
aiutaci ad essere altrettanto accorti
a non lasciarci mai contagiare
da quella mentalità egoistica,
così tanto diffusa che, senza accorgercene,
rischia di logorare inesorabilmente
il ‘sistema immunitario’
della nostra vita spirituale.
La Madre tua interceda per noi
e ci ottenga tutto quello che il nostro cuore
desidera di buono, di bello e di santo.
Amen.

(p. Enzo Smriglio)